Il Vesuvio e l'eruzione Pliniana

Il vulcano Vesuvio visto dal castel dell'Ovo
Il vulcano vesuvio visto dal piazzale san Martino (Vomero)
Il Vulcano Vesuvio visto da Monte di Procida
Il Vulcano Vesuvio visto dalla certosa di san Martino (Vomero)
Il Vulcano Vesuvio visto da via Partenope
Il vulcano Vesuvio visto dal belvedere di sant' Antonio
Il Vulcano Vesuvio: il sentiero per raggiungere il gran cono
Il Vulcano Vesuvio: il sentiero per raggiungere il gran cono
Il vulcano Vesuvio: panorama dall sentiero del gran cono
Il vulcano Vesuvio: panorama dal sentiero del gran cono
Il vulcano vesuvio: sentiero del gran cono
il vulcano vesuvio: sentiero del gran cono. 20 minuti di cammino per raggiugnere il cratere
il vulcano vesuvio: sentiero del gran cono
Il vulcano vesuvio: sentiero del gran cono
Il vulcano vesuvio: sentiero del gran cono
Il Vulcano Vesuvio: veduta sul golfo di Napoli
Il vulcano Vesuvio: il gran cono
Il vulcano Vesuvio: il gran cono
Il vulcano Vesuvio: sentiero del gran cono ultimo tratto
Il vulcano Vesuvio: sentiero del gran cono. Ultimo tratto
Il vulcano Vesuvio: Il gran cono
Il vulcano Vesuvio: il gran cono
Il vulcano Vesuvio: il gran cono. Vista su Capri e il golfo di Napoli
Il vulcano Vesuvio: il gran cono. Vista sul golfo di Napoli
Il vulcano Vesuvio: il gran cono. Vista su Capri e il golfo di Napoli
Il vulcano Vesuvio: il gran cono
Il vulcano Vesuvio: il gran cono. Punto panoramico
Il vulcano Vesuvio: il cratere
Il vulcano Vesuvio: il gran cono (il cratere)
Il vulcano Vesuvio: il cratere. Punto panoramico
Il vulcano Vesuvio: il cratere. Punto panoramico
Il vulcano Vesuvio il cratere
Il vulcano Vesuvio: il cratere. Punto panoramico
Il vulcano Vesuvio: il cratere. Punto panoramico
Il vulcano Vesuvio il cratere
Il vulcano vesuvio: il cratere
Il vulcano Vesuvio: punto panoramico

Pin It

Breve storia del Vesuvio: dall’eruzione Pliniana del 79 all’ultima del 1944

Il Vesuvio dal Belvedere di S. Antonio.Il vulcano Vesuvio visto dal Belvedere Sant' AntonioINDIRIZZO: Piazzale di Quota 1000 - 80056 Ercolano NA
Clicca sulle coordinate GPS: 40.828550, 14.427119 (il piazzale dove parcheggiare l'auto).

Ente Parco Nazionale del Vesuvio

SITO WEB: https://www.parconazionaledelvesuvio.it/

CONTATTI
: +39 0818653911

Dopo aver parcheggiato l'auto il tragitto per raggiungere il cratere bisonga percorre una stradina è in salita. La distanza è circa 1 KM (circa mezz'ora di cammino).

Dalla città di Napoli guardando verso oriente, esattamente ponendo lo sguardo a Est-sud-Est, vedremo 2 grandi montagne.  Quello è il complesso vulcanico Somma-Vesuvio. Ma tutti lo conoscono come il vulcano Vesuvio, simbolo della città partenopea, che domina l’intero golfo di Napoli.

L' eruzione  Pliniana del 79 d.C.: la distruzione di Pompei

Il Vesuvio è alto 1281 metri è tra quelli più famosi al mondo in quanto l’eruzione del 24 Agosto del 79 d.C. ha distrutto le colonie romane di Pompei, Ercolano, Stabia e Oplonti.
Quest' evento è chiamato anche Eruzione Pliniana, perché documentata in una lettera dello scrittore e magistrato romano detto Plinio il giovane indirizzata al senatore Publio Cornelio Tacito, nella quale c'era la descrizione di quest' evento nei minimi dettagli.

Il fenomeno vulcanico durò circa 25 ore, con un eruzione partita da una caldera situata nella parte bassa del monte e non dal cratere principale.
Per questo motivo gli abitanti non ci diedero molta importanza e vennero presi alla sprovvista. Ci fu una pioggia di pomici, ceneri e lapilli che iniziarono a coprire le strade e quindi le vie di fuga.

A Ercolano la situazione fu diversa: il vento portò gas roventi, ceneri e vapore acqueo che fece perdere la vita agli abitanti quasi all’istante.
I materiali piroplastici espulsi dal vulcano ricoprirono le città di circa 10 metri.

Gli scavi di Ercolano cominciarono nel 1738 mentre quelli di Pompei nel 1748. Entrambi voluti da Carlo di Borbone, re di Napoli e re di Sicilia. I resti riportati alla luce sono esposti nel museo archeologico nazionale di Napoli.

In seguito ci furono altre eruzione: Nel 472, Nel 1036 (primo fenomeno con fuoriuscita di lava da più bocche anche sui fianchi della montagna facendo crescere la costa per circa 600 metri), nel 1500, nel 1631, nel 1861, nel 1906. L’ultima nel 1944.

Pin It

Il Web Master

Ho sempre lavorato nel settore informatico: tecnico e grafico web.
Negli ultimi anni, i miei interessi si sono spostati sul settore turistico.

Ho deciso quindi, di offrire un servizio gratuito mettendo a disposizione le mie competenze informatiche per realizzare un sito semplice ed intuitivo che descriva nei minimi particolari le bellezze e la storia di queste terre.

Il viaggiatore potrà conoscere nei minimi dettagli tutto ciò che gli serverà per poter avere una vacanza perfetta e indimenticabile.


Il Maschio Angioino
La Reggia di Caserta
Il lago d'Averno
Il sito archeologico di Ercolano

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.