Anfiteatro Flavio di Pozzuoli, il terzo più grande d' Italia

anfiteatro flavio pozzuoli

L' anfiteatro Flavio di Pozzuoli.

Anfiteatro Flavio di Pozzuoli, l'arena maggiore di Puteoli.

L' anfiteatro Flavio di Pozzuoli, un' arena costruita nella seconda metà del I sec. d.C. perché quella minore non aveva capienza sufficiente per gli spettatori. Infatti in quel periodo la colonia romana di Puteoli ebbe una crescita demografica notevole e non tutti riuscivano ad ottenere un posto tra gli spalti. 

anfiteatro flavio pozzuoli

L' anfiteatro Flavio di Pozzuoli, foto scattata alle spalle dell'arena.

L' anfiteatro Flavio di Pozzuoli: la capienza e le dimensioni.

L'anfiteatro di Pozzuoli è il terzo anfiteatro d'Italia dopo il Colosseo e quello di Capua. Poteva contenere fino a 40.000 spettatori con i suoi 149 metri di lunghezza e 116 di larghezza.
L'intera struttura fu costruita su 3 livelli: Arena, spalti e sotterranei.

sotterranei anfiteatro pozzuoli

I sotterranei dell' Anfiteatro Flavio di Pozzuoli

I sotterranei dell' Anfiteatro Flavio di Pozzuoli

L'anfiteatro Flavio di Pozzuoli era provvisto anche di sotterranei, luogo che ospitava animali feroci chiusi nelle loro gabbie. Ma era anche quell' area dell' anfiteatro dove i gladiatori aspettavano ansiosi il loro momento per combattere e dimostrare le loro capacità sull' arena.

arena anfiteatro pozzuoli

L'arena dell' Anfiteatro Flavio di Pozzuoli

L'arena dell' anfiteatro Flavio di Pozzuoli.

L'arena dell' anfiteatro di Pozzuoli era quel luogo dove l'aggressività di animali feroci assieme alle abilità dei gladiatori portavano tanto piacere e divertimento all' aristocrazia romana dell'antica città di Puteoli che assisteva ai combattimenti dall'alto degli spalti o in tribuna d'onore. 

Se Ranking

Anfiteatro Flavio di Pozzuoli, tante foto e una breve storia

Quanto costa il biglietto dell' anfiteatro Flavio di Pozzuoli?

BIGLIETTO: € 4 
BIGLIETTO RIDOTTO: € 2 (cittadini dell' Unione Europea tra 18 e 25 anni)
BIGLIETTO CUMULATIVO CIRCUITO FLEGREO: € 8
BIGLIETTO CUMULATIVO CIRCUITO FLEGREO RIDOTTO: € 4 (cittadini dell' Unione Europea tra 18 e 25 anni)
Gratuito per i minori di 18 anni

Prenotazione obbligatoria clicca qui

 Il biglietto circumflegreo permette di visitare:   
il parco archeologico delle terme di Baia

il castello Aragonese di Baia (con il museo archologico dei campi Flegrei)

- l' anfiteatro Flavio

- gli scavi archeologici di Cuma

- tel: +39 081 526 6007

Come raggiungere  in auto il parcheggio della metropolitana di Pozzuoli (300 metri dall'anfiteatro):

parcheggio anfiteatro pozzuoli

Come raggiungere l'anfiteatro Flavio di Pozzuoli con i mezzi pubblici:

Da Napoli in Treno: Prendere la metropolitana "linea 2" direzione Pozzuoli. Scendere quindi a Pozzuoli. Uscendo dalla stazione per raggiungere l'anfiteatro bastano 3 minuti di cammino. Raggiunta la strada principale (la via Domitiana) girare a destra, passare sotto il ponte e percorrere ancora 200 metri per raggiungere l'ingresso dell' Anfiteatro.

Anfiteatro minore di Pozzuoli

In quel periodo era già presente a Puteoli un altro anfiteatro costruito in tarda età repubblicana (si pensa nei primi anni del I sec. d.C.), più piccolo rispetto all' anfiteatro Flavio, quello che oggi è possibile visitare. Non aveva sotteranei e in occasione di giochi e spettacoli non ospitava più di 20.000 spettatori. Le sue dimensioni erano 130 metri di lunghezza e 95 metri di larghezza.
La crescita demografica della città era in forte aumento e fu necessaria la costruzione di un anfiteatro più grande non lontano da quello vecchio.  Per alcuni anni furono entrambi operativi.
Il vecchio anfiteatro si trovava a 100 metri di distanza da quello che conosciamo. Comprendeva l'area nei pressi del ponte della metropolitana di Pozzuoli. Non è visibile dalla strada (vedi la foto nella prossima galleria di immagini). Quando fu realizzata la linea ferroviaria Roma-Napoli i nuovi binari tagliavano di netto l'anfiteatro minore.

L' anfiteatro Flavio di Pozzuoli e le persecuzione dei Cristiani.

Durante le persecuzioni dei cristiani dell'imperatore Diocleziano nel 305 d.C. furono martirizzati Gennaro (ora san Gennaro patrono della città di Napoli), Festo, Desiderio e Sossio. Per volere dell'imperatore avrebbero dovuto essere sbranati dagli animali nell' arena dell' anfiteatro, ma il martirio fu sospeso e non si sa se sia stato dovuto all' assenza del governatore o alle proteste della plebe che aveva preso in simpatia i quattro cristiani. 
La tradizione invece afferma che ci fu il miracolo di Gennaro (San Gennaro): gli animali invece di sbranare i martiri si inginocchiarono ai piedi del santo. Tuttavia in seguito furono condannati a morte con l' esecuzione che avvenne nei pressi del vulcano Solfatara dove fu anche martirizzato Procolo (ora santo patrono di Pozzuoli).

We use cookies

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.