PIAZZA DEL PLEBISCITO E DINTORNI

Il castel dell' Ovo
Il Vesuvio visto dal Castel dell' Ovo
Il palazzo reale di Napoli
La galleria Umberto I
La Basilica di San Francesco di Paola in piazza del Plebiscito di Napoli

Nei dintorni di piazza Plebiscito, tante foto e consigli di viaggio.

Nei pressi di piazza Plebiscito è possibile visitare il Castel dell' Ovo, Napoli sotterranea, il Palazzo reale, il Maschio Angioino, e tanto altro ancora.

Attenzione a causa della pandemia gli orari di apertura dei luoghi indicati in questa pagina potrebbero subire variazioni.

Il Palazzo Reale di Napoli

plazzo reale napoli

Il Palazzo Reale di Napoli in piazza del Plebiscito.

Fernando Ruiz de Castro, viceré spagnolo di Napoli, nel 1600 decise di far costruire un palazzo reale in onore del Re di Spagna Filippo III d'Asburgo. La residenza reale fu spesso modificato, anche durante la dominazione Borbonica.
Info e biglietti e orari sul beniculturali.it

Contatti:0039.081.5808255

Come raggiungere il Palazzo Reale di Napoli:

Il castello Maschio Angioino

maschio angioino

Il castello Maschio Angioino in piazza Municipio

Il Maschio Angioino, chiamato anche Castel Nuovo è stato voluto da Carlo I d’Angiò nel XIII sec. d.C. ed è uno dei monumenti più importanti della città di Napoli.
Info e prenotazione sul sito del comune di Napoli

Contatti:+39 081 795 77 22  

Come raggiungere il Castello Maschio Angioino:

Il castello dell' Ovo

Il castel dell' Ovo è la fortezza più antica della città. La prima costruzione, prima di tante modifiche, risale al IX sec. a.C. da coloni greci, che usavano probabilmente l'isolotto di Magarite (dove è situato il castello) come scalo commerciale con la madre patria.

Info e orari sul sito del comune di Napoli 

Tel. +39 081 795 61 80

Come raggiungere Il Castel dell' Ovo:

Napoli sotteranea

napoli sotterranea

Napoli sotterrana, un insieme di gallerie scavati per millenni fino alla seconda guerra mondiale.
Nel 700 questi cunicoli erano utilizzati per il trasporto d'acqua. Napoli, infatti, già in epoca Romana aveva il suo acquedotto. Ogni abitazione aveva il suo cortile con il proprio pozzo d'acqua.

Sito ufficiale lanapolisotterranea.it

La galleria Borbonica

galleria borbonica

Di Associazione Culturale Borbonica Sotterranea - [1], CC BY-SA 4.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=62155418

Nel 1853 Ferdinando II di Borbone volle un collegamento sotterraneo da largo della Reggia (Piazza del Plebiscito fino a piazza della Vittoria. Una galleria sotto il monte di Pizzofalcone.

Sito ufficiale della galleria Borbonica

Come raggiungere la galleria Borbonica:

La Galleria Umberto I

galleria umberto i

La galleria Umberto I in via Toledo. Attenzione!!! zona pedonale

La galleria commerciale costruita durante il risanamento napoletano, tra il 1887 e il 1890. 
In quel periodo l'intera zona di santa Brigida era in uno stato avanzato di degradato. Il tasso di criminalità aveva raggiunto livelli altissimi e la situazione igienica era pessima al punto che ci furono anche 9 casi di colera. Nel 1885 fu quindi approvata la legge del risanamento. Furono quindi abbattuti alcuni edifici e fu costruita una galleria coperta da una cupola di vetro con 4 vie di uscita sulle strade di Via san Carlo, via Toledo, via santa Brigida e via Giuseppe Verdi.

Come raggiungere la galleria Umberto I di Napoli:

Il palazzo Zevallos

palazzo zevallos

Palazzo Zevallos: Il Caravaggio, Il "Martirio di sant'Orsola" , fonte foto gallerieditalia.com

E' una delle gallerie d'Italia del polo museale e culturale di intesa san Paolo, in via Toledo, 185. Qui è possibile visutare una delle opere del Caravaggio: il "Martirio di sant'Orsola". Altre opere del Caravaggio nella città di napoli sono le "Sette Opere di Misericordia" esposta al Pio Monte della Misericordia e "La Flagellazione di Cristo" al Museo di Capodimonte. 

Come raggiungere il Palazzo Zevallos:

Il real teatro san Carlo

teatro san carlo

Situato nello stesso edificio del Palazzo reale ma con l'ingresso difronte la galleria Umberto I, in via San Carlo, 98, 80132 Napoli NA

Il Real Teatro san Carlo è il più antico d' Europa, voluto dal re di Napoli Carlo di Borbone e inaugurato il giorno del suo onomastico, il 4 novembre del 1737, dal quale prese il nome. L'edificio del teatro è la continuazione del Palazzo reale di Napoli. Infatti la famiglia reale si recava in teatro con passaggi interni dalla residenza reale.

Info e biglietti sito ufficiale teatro san Carlo

contatti: +39 081 7972331

Come raggiungere il Teatro san Carlo di Napoli:

La Basilica reale pontificia di san Francesco di Paola

basilica san francesco di paola

La basilica di san Francesco di Paola in piazza del Plebiscito

Dopo il congresso di Vienna (1815) Ferdinando I di Borbone tornò sul trono del regno delle due Sicilie. Decise di far costruire una chiesa in rioconoscenza a san Francesco di Paola, al quale era molto devoto. I lavori iniziarono il 17 giugno del 1816 e si conclusero nel 1846. Fu copiato lo stile e la forma del Pantheon di Roma. La chiesa ha una particolarità: è stata la prima chiesa di Napoli con l'altare al rovescio cioè rivolto verso i fedeli.

Dove vuoi andare oggi?

Diseguito troverai tante foto in un breve elenco diviso per zone, in modo da non spostarsi ogni volta da una parte all’ altra della città.

Il centro storico

centro storico napoli

La collina del Vomero

collina vomero

Il rione Sanità e di Capodimonte

sanita capodimonte

La collina di Possillipo

collina posillipo

We use cookies

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.