Cosa visitare nella città di Napoli.

Consigli utili per visitare la città metropolitana di Napoli, con tante foto di castelli, palazzi reali, piazze, panorami e tanto altro ancora.

Panorama dal Belvedere di S. Antonio
La storia di Napoli e il castel dell'Ovo
Il castel S. Elmo e la certosa di san Martino
La galleria Umberto I
La basilica di santa Chiara, la storia della città di Napoli
Il palazzo reale di Napoli
Il Vesuvio visto Panorama dalla certosa di san Martino
Basilica di San Francesco di Paola
I presepi artigianali napoletani
I souvenir napoletani
Il Vesuvio visto da via Partenope
Il golfo di Napoli visto da Posillipo
Il golfo di Napoli visto da Posillipo

La città metropolitana di Napoli.

Conoscere cosa visitare a Napoli in un viaggio tra foto e video permetterà chiunque di scoprire quali sono i luoghi da non perdere.

Napoli è una città del sud Italia, capoluogo della regione Campania e si affaccia sull’omonimo golfo. Assieme alle bellezze strepitose che la circondano (le isole di Ischia, Capri, Procida, i Campi flegrei, la penisola sorrentina, il Vesuvio ecc.) è tra i luoghi più visitati al mondo.

Ma la città partenopea non è solo questo, Napoli infatti è l'insieme delle culture ereditate e delle bellezze architettoniche realizzate dai vari popoli stranieri che per vari millenni hanno invaso, conquistato e regnato in questa città.

Luoghi da visitare a Napoli, capoluogo della Campania.

Di seguito troverete un piccolo elenco di cosa visitare a Napoli diviso per zone, in modo da non spostarsi ripetutamente da una parte all’altra della città.

Il traffico della città di Napoli è molto intenso. Se siete in auto, il consiglio è di parcheggiare in uno dei parcheggi multipiano della città, quindi prendere i mezzi pubblici. 

Attenzione a causa della pandemia gli orari di apertura dei luoghi indicati in questa pagina potrebbero essere diversi.

 

Cosa visitare a Napoli e i presepi napoletani.

Il centro storico di Napoli

I presepi napoletani sono tra le cose più viste e acquistate nel centro storico di Napoli e i negozi che espongono oggetti di natività non sono aperti soltanto nel periodo di Natale ma tutto l'anno.

Il centro storico è anche molto ricco di storia, di arte e cultura, infatti in questa zona di Napoli ci sono chiese, basiliche, obelischi costruiti nell'arco dei secoli dai vari popoli che hanno regnato questa citt.
Le strade più visitate sono: Spaccanapoli, via dei Tribunali e via san Gregorio Armeno (la strada dei Presepi).

 

Cos'è Spaccanapoli?

Spaccanapoli è una delle vie principali del centro storico di Napoli. E' chiamata così perché è la strada che divide in 2 la città di Napoli. Non si riescono a trovare, con facilità, indicazioni su Google per raggiungere via Spaccanapoli. Bisogna chiedere informazioni agli abitanti del posto in quanto questa strada viene chiamata così ma il suo nome non è questo. E' infatti composta da 4 diverse vie, una dietro l'altra: Via Maddaloni, Via Capitelli, via Benedetto Croce, via San Biagio dei librai.  Inserite quindi, nella ricerca di Google, una di queste stradine.

 

Come raggiungere Spaccanapoli e il centro storico.

In auto: parcheggiare in uno dei grandi parcheggi multi piano nei pressi di piazza Municipio. Uno di questi è il gran garage incoronata. Poi proseguire a piedi percorrendo la via Toledo in direzione piazza Dante. Dopo circa 700 metri troverete sulla destra via Maddaloni (Spaccanapoli).

Con i mezzi pubblici: Metropolitana linea 1 e scendere alla fermata Toledo.
Proseguite a piedi prendendo l'uscita di destra della stazione e quindi proseguire dritti per via Toledo per circa 700 metri fino a raggiungere l'incrocio con via Maddaloni (la troverete sulla destra).  

I presepi Napoletani a san Gregorio Armeno
I presepi napoletani e l'arte dei prodotti fatti a mano con un esposizione molto suggestiva in via san Gregorio Armeno e le stradine circostanti.

I presepi napoletani a san Gregorio armenosan gregorio armenoI presepi napoletanipresepi napoletani
Parti di presepe napoletanopresepe napoletanoPresepe napoletano grandepresepe napoletano
Presepe napoletanopresepe napoletanoPresepe napoletano dentro una campanapresepe napoletano

 I preseipi napoletani sono i più richiesti tra i souvenir venduti a Napoli.  Ci sono di tantissime misure.

Il chiostro di san Gregorio Armeno
Il chiostro monumentale della città di Napoli gestito dalle suore Crocefisse Adoratrici dell'Eucarestia.
Aperto tutti i giorni, dalle ore 9.30 alle 13

 

La maschera di Pulcinella e i souvenir di Napoli

La maschera di Pulcinella creata nel XVI secolo d.C. dal commediografo Silvio Fiorillo che girava tutta l' Europa con la sua compagnia teatrale.

 Maschera di Pulcinella e i souvenir di Napolimaschera di pulcinellaI presepi napoletani e i vari souvenir di Napolipresepi napoletani

Il Complesso monumentale di santa Chiara è un complesso religioso.

La Basilica voluta dal re di Napoli Roberto d’Angiò per la propria moglie, devota alla vita di clausura, che però non poteva rispondere alla vocazione.

Il complesso monumentale di Santa Chiarabasilica santa chiaraFoto 360 del chiostro di santa ChiaraChiostro santa Chiara

La basilica aperta tutti i giorni 7.30 - 13.00 / 16.30 20.00
Il complesso monumentale di santa Chiara è aperta tutti i giorni 9.30 - 17.30
La domenica 10.00 - 14.30

 

La chiesa del Gesù nuovo e l'obelisco dell' Immacolata

La seconda chiesa che i Gesuiti vollero costruire nel 1584 e per distinguerla dalla vecchia decisero di chiamarla chiesa del Gesù nuovo.

Piazza Gesùobelisco dell immacolata

Aperta tutti i giorni  7.00 - 13.00  /  16.00 - 20.00

 

La Basilica e l' obelisco di san Domenico Maggiore
La chiesa monumentale di Napoli che Carlo II d'Angiò decise di volere. La costruzione iniziò nel 1283 e terminò dopo 41 anni.

Piazza san Domenico Maggioresan domenico maggiore
La basilica si trova in piazza san Domenico Maggiore. Aperta dal lunedì al sabato 10.00 - 19.00

La cappalla di Sansevero
E' una chiesa sconsacrata adiacente al palazzo di famiglia dei principi Sansevero ed è s
ituata in via Francesco de Sanctis, 19 Napoli, chimata anche chiesa di Santa Maria della Pietà, nei pressi di san Domenico Maggiore.
Orario: Aperta tutti i giorni: 9.00 – 19.00 - 
Chiuso il martedì
Prenotazione online su museosansevero.i

La cappella di Sansevero e il Cristo velato
fonte foto museosansevero.it
cappella sansevero


Il Duomo di Napoli

La cattedrale di santa Maria Assunta è una basilica monumentale dell'arcidiocesi napoletana famosa per lo scioglimento del sangue di San Gennaro.

La superstizione del miracolo del santo patrono di Napoli: la liquefazione del sangue. Se questo non avverrà ci sarà un periodo funesto per la città di Napoli.

Le ultime volte che il sangue non si è liquefatto è stato:

  • il 1973 quando ci fu l'epidemia di colera,
  • nel 1980 quando il terremoto distrusse l'irpinia
  • nel 2016 quando ci fu l'incendio che devastò il Vesuvio e il terremoto sull'isola d'Ischia.

Il Duomo è aperto tutti i giorni: 8.30 – 13.00 / 14.30 – 19.30
Domenica festivi 08.00 – 13.00 / 16.30 – 19.30

Il museo del tesoro di San Gennaro prenotazione e orari su museosangennaro.it

IL museo, il luogo dove sono esposti i suoi tesori: Il mitra con quasi 4000 gemme preziose, la collana, il mantello del santo e tanto altro ancora.

Pio Monte della Misericordia, museo e istituzione di carità in Via dei Tribunali n° 243.
Qui è esposta una delle opere del Caravaggio: Sette Opere di Misericordia esposta.
Orari: Tutti i giorni: 9.00 – 18.00 - Domenica 9.00 – 14.30 - Prenotazione su piomontedellamisericordia.it

Museo archeologico Nazionale, luogo dove sono esposti tutti i reperti archeologici rinevenuti nei siti di Pompei, Ercolano ecc.  è situato in Piazza Museo, 19, 80135 Napoli NA
Per raggiungere il museo in auto parcheggiare qui se invece in metropolitana, liena 1 la fermata è Museo.

Prenotazione su coopculture.it 

Il museo Madre 
E' un museo di arte contemporanea poco distante da quello archeologico ed è situato in via Luigi Settembrini, 79, Napoli.
Orario : 10.00 - 19.30 / Domenica: 10.00 - 20.00 / Chiuso il Martedì

 

Cosa visitare a Napoli nei pressi di Piazza Municipio

Come raggiungere questa zona di Napoli

In auto: parcheggiare in uno dei grandi parcheggi multi piano nei pressi di piazza Municipio. Uno di questi è il gran garage incoronata.

Con i mezzi pubblici prendere la metropolitana linea 1 e scendere in una delle seguenti fermate: piazza municipio oppure Toledo.
Da qui potete raggiungere facilmente: la galleria Umberto I, il palazzo reale di Napoli, il castello Maschio Angioino, il real teatro san Carlo, la basilica reale pontificia di san Francesco di Paola e il castel dell' Ovo.

La galleria Umberto I.
La galleria commerciale costruita durante il risanamento napoletano, tra il 1887 e il 1890.
La galleria Umberto Igalleria umberto I

 

Il Palazzo Zevallos.

E' una delle gallerie d'Italia del polo museale e culturale di intesa san Paolo, in via Toledo, 185. Qui è possibile visutare una delle opere del Caravaggio: il "Martirio di sant'Orsola". Altre opere del Caravaggio nella città di napoli sono le "Sette Opere di Misericordia" esposta al Pio Monte della Misericordia e "La Flagellazione di Cristo" al Museo di Capodimonte.

Il palazzo reale della città di Napoli.

Tra i monumenti di Napoli il palazzo reale è tra quelli da vedere assolutamente. Costruito nel 1600 dagli Asburgo e modificato più volte dai Borboni.

Il Palazzo reale di Napoli.palazzo reale napoli

E' s
ituato in piazza del Plebiscito. Orario di apertura: 9.00. – 19.00 - Info: +39 081 229 4502
Chiuso il mercoledì.

Info e biglietti e orari sul beniculturali.it

Tel: 0039.081.5808255

Il Castel nuovo di Napoli.
Chiamato anche Maschio Angioino ed è stato costruito da Carlo I d’Angiò nel XIII sec. d.C.

Il Castel nuovo di Napoli, chiamato anche Maschio Angioinocastel nuovo


Orario: tutti i giorni 8.30 - 17.00 - Domenica 9.00 - 13.00
Prenotazione sul sito del comune di Napoli

Contatti: +39 081 795 77 22


Il Real teatro san Carlo.
Il teatro san Carlo è uno dei teatri più importanti dell' 800, fondato dal re Carlo di Borbone nel 1737. 

Info orari costi e biglietti su teatrosancarlo.it

Contatti: +39 0817972412


La Basilica reale pontificia di san Francesco di Paola

Situata in piazza del Plebiscito ed è stata costruita dai Borboni nel 1816 in stile neoclassico copiando il Panteon di Roma e con l'altare rivolto verso i fedeli.
La basilica reale pontificia di san Francesco di Paola basilica francesca di paola

Aperta tutti i giorni 8.30 - 19.30.

Proseguendo da piazza del Plebiscito verso il mare, girando a destra, dopo circa 500 metri raggiungete il castel dell' Ovo.

Il castel dell' Ovo

Il castel dell' Ovo è la fortezza più antica della città. La prima costruzione, prima di tante modifiche, risale al IX sec. a.C. da coloni greci.

Il castel dell' Ovocastel dell ovo

Aperto tutti i giorni: 8.30 - 17.00
Domenica 8.30 - 16.30

Info e orari sul sito del comune di Napoli 

Tel. +39 081 795 61 80


Cosa visitare a Napoli sulla collina del Vomero

Il Museo e la Certosa di san Martino. 
E' stato un monastero; ora è un museo e con il castel sant’ Elmo è uno dei luoghi panoramici più belli della città di Napoli. Da qui è possibile ammirare lo stupendo golfo di Napoli e le incantevoli isole di Capri Ischia e Procida.
Vuoi conoscere la storia del Castel sant' Elmo andiamo...

Il castel sant'Elmocastel sant elmoPanorama dalla certosa di san Martino: la città di NapoliLa Certosa di san Martino
Navigazione verso il parcheggio nei pressi di largo san MartinoIl castel sant' Elmo
 
Come raggiungere la collina del Vomero con i mezzi pubblici:
Metropolitana linea 1.

    Scendere a Piazza Vanvitelli,  percorrere a piedi la via scarlatti fino a raggiungere le scale. A sinistra c’è la fermata del Bus V1, prenderlo e scendere al capolinea. E' possibile proseguite anche a piedi salendo le scale. Ci sono altre 2 rampe di scale dopo la prima, (niente panico, queste ultime sono scale mobili). Vi troverete quindi, alla stazione della funicolare Morghen.  A questo punto preseguite con il percorso "funicolare di Montesanto" (vedi sotto).

Funicolare di Montesanto.

    Scendere al capolinea (Piazza Morghen). Uscendo dalla stazione girare a destra e subito di nuovo a destra per trovarvi in un vicolo dietro il palazzo della stazione. Per raggiungere il castello ci vogliono 5 minuti di cammino. Proseguite fino alla fine di questo vicolo, poi girare a destra e dopo un minuto (circa 300 metri) siete arrivati di fronte Il castel sant’Elmo. La certosa di san Martino invece,  si trova subito dopo il castello, a soli 20 metri di distanza.

Cosa visitare a Napoli nel quartiere della sanità e sulla collina di Capodimonte

Basilica dell’ Incoronata Madre del Buon Consiglio

Conoscitua anche come "La piccola San Pietro" è stata realizzata in 40 anni, dal 1920 al 1960, seguendo, appunto, il modello della basilica romana.
Si trova in via Capodimonte, 13, - Napoli.

Catacombe di san Gennaro e quelle di san Gaudioso

  • Le catacombe di san Gennaro, sono un insieme di tombe sotterranee, un cimitero tra il II e il III secopo d.C.
    Situate in via Capodimonte, 13, - Napoli. Adiacente alla Basilica dell' Incoronata madre del buon consiglio. 
  • Le catacombe di san Gaudioso presso la Basilica Santa Maria della Sanità, in piazza sanità, 14, - Napoli
    Contatti:  +39 081 744 3714
    Unico biglietto per visitare entrambe le catacombe. 
    Info orari e prenotazione per entrambe le catacombe su catacombedinapoli.it 

Navigazione verso la Basilica
e le catacombe di san Gennaro
Navigazione Basilica madre consiglio mini

 

 

Cimitero delle fontanelle

in via Fontanelle, 80, Napoli. Poco distante dalle catacombe di san Gaudioso: circa 10 minuti a piedi.
Contatti: +39 081 1925 6964

Museo nazionale di Capodimonte, in Via Miano, 2, 80131 Napoli NA dove è possibile ammirare una delle opere del Caravaggio: La Flagellazione di Cristo

Navigazione verso il museo di capodimonte, parcheggiare in stradaMuseo di CapodimonteIl Palazzo reale di Capodimonte, ora museo di Capodimonte, Palazzo reale di Capodimonte

Contatto telefonico: +39 081 7499154

Info orari e biglieti sul sito di coopculture.

 

La cucina di Napoli

La cucina di NapoliCucina Napoli

Non dimentichiamo l'arte della cucina napoletana: la pizza, il casatiello, il tarallo, la mozzarella, il limoncello, il Babà, la Pastiera napoletana, la sfogliatella, gli struffoli, e come lo chiamano a Napoli " o' Cafè". Il caffè infatti, qui è tradizione. C'è l'abitudine di offrire sempre il caffè al fratello, all'amico e spesso anche allo sconosciuto. Non c'è nulla che ostacola questa usanza. Non viene interrotta neanche in serie difficoltà economiche. E questo il vero napoletano lo sa, che a volte lascia anche il caffè sospeso, cioè un caffè pagato al prossimo cliente. Un’ abitudine ormai da anni per offrire una piccola gioia a chi in quel momento non può permetterselo.

  

Il Web Master di Napoli e dintorni

Ho sempre lavorato nel settore informatico: tecnico e grafico web.
Negli ultimi anni, i miei interessi si sono spostati sul settore turistico.

Ho deciso quindi, di offrire un servizio gratuito mettendo a disposizione
le mie competenze informatiche per realizzare un sito semplice ed intuitivo
che descriva nei minimi particolari le bellezze e il passato di queste terre.

Il viaggiatore potrà conoscere nei minimi dettagli tutto ciò che gli serverà
per poter avere una vacanza perfetta e indimenticabile.

Il Maschio Angioino
La Reggia di Caserta
Il lago d'Averno
Il sito archeologico di Ercolano

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.